ITALIAN FILM COMMISSIONS

La mappatura del Belpaese

di Lucia Nigri

 

Gli operatori possono valutare location di notevole interesse attraverso una visione efficace per scelte scenografiche e di produzione

Operators can view locations of considerable interest
through an effective insight for set design and production choices

 

L' Associazione Italiana Film Commissions (IFC) è costituita da 19 Film Commission diffuse su tutto il territorio italiano ed è il riferimento ideale per le produzioni nazionali e internazionali, per gli investitori, gli autori, gli operatori professionali e per le istituzioni del cinema e dell’audiovisivo.
 
Guidata dall’attuale Presidente Cristina Priarone, di Roma Lazio Film Commission e dai due Vice Presidenti Luca Ferrario di Trentino Film Commission e Paolo Manera di Torino Piemonte Film Commission, da sempre promuove la conoscenza di tutto il territorio nazionale attraverso una serie di iniziative ed eventi ed un lavoro meticoloso di ricerca e archiviazione.
 
Donnafugata

Il Castello di Donnafugata a Ragusa, in Sicilia (Sicilia Film Commission).

The Castello di Donnafugata, in Ragusa (Sicilia Film Commission).

Forte di Bard

Sopra, Forte di Bard (Fondazione Film Commission Vallée D’Aoste), scelto nel 2014 dalla Marvel per ospitare alcune scene del film Avengers: Age of Ultron.

Above, Fort Bard (Vallée D’Aoste Film Commission Foundation), chosen by Marvel in 2014 to host some scenes from the film Avengers: Age of Ultron.

 
 
L’obiettivo è costruire opportunità d’insieme con funzione di leva, come interlocutori del settore cinematografico e audiovisivo nel suo complesso, sia a livello nazionale che internazionale, con le istituzioni e le associazioni di categoria.

Per raggiungere simili risultati, sono state intraprese da alcuni anni innovative mappature delle location, sia pubbliche che private, che consentono agli operatori del settore di visionare in modo immediato tutti quei luoghi italiani di notevole interesse e valore a disposizione, una visione a 360° molto suggestiva che risulta particolarmente efficace ai fini delle scelte scenografiche e di produzione

Roccascalegna

Il Castello di Roccascalegna, in Abruzzo.

The Castle of Roccascalegna, in Abruzzo.

 

Castello del Valentino

 

FOTO ANDREA MARIA VITTORIA BELOTTI

 

Il Castello del Valentino, a Torino, inserito nella lista del patrimonio dell’umanità come elemento parte del sito seriale UNESCO Residenze Sabaude.

The Castello del Valentino, in Turin, one of the Residences of the Royal House of Savoy included in the list of UNESCO World Heritage Sites in 1997.


Le collaborazioni istituzionali hanno permesso una presenza continuativa ai maggiori appuntamenti internazionali grazie al supporto dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e di Cinecittà-Luce, consentendo un risparmio dei costi di partecipazione, un’efficacia promozionale e un raggio di azione maggiore per ciascuna Film Commission. Fondamentale il progetto Italy For Movies, attraverso il quale l’Associazione IFC ha implemen- tato fattivamente la collaborazione con la Direzione generale Cinema del Mibact e con l’Istituto Luce-Cinecittà. Si tratta di un sito e di una app che mappa i beni pubblici e le location di ogni regione italiana legate al cinema e all'audiovisivo come mezzi fondamentali di espressione artisti- ca, di formazione culturale e di comunicazione sociale oltre che di promozione, dell'immagine dell'Italia anche a fini turistici. All'interno del sito è anche possibile, attraverso locandine e titoli di film, risalire ai luoghi dove sono avvenute le riprese. La gestione tecnica e organizzativa del progetto è affidata a Istituto Luce-Cinecittà in stretta collaborazione con l’Associazione Italian Film Commissions e offre uno sguardo di insieme sulle numerose risorse e fondi di sostegno disponibili per il settore.

Il portale è costituito da cinque sezioni, dal catalogo delle location alla guida agli incentivi, dalla mappatura su base regionale dei film e delle opere audiovisive alla sezione news – fino all’area film commission.
L’Associazione IFC, oltre ad attuare attività tese appunto alla promozione dei singoli territori e dell’Italia nel suo complesso e delle sue risorse, mira a proporre nuovi cammini di sviluppo per il settore come, per esempio, la sostenibilità ambientale.

Attraverso ricerche e sperimentazioni dei diversi protocolli di Green Set già attivi in Europa, anche le Film Commission italiane si stanno impegnando per ridurre l'impatto ambientale dei film, sollecitando una messa in rete di buone pratiche che attivino un dinamico ed efficiente green cluster italiano, divulgatore di un utilizzo consapevole delle energie (incluse quelle rinnovabili) e capace di coinvolgere imprese dell'audiovisivo insieme alle aziende dell'ICT e del design, del settore energetico e delle industrie manifatturiere, del turismo e dell'enogastronomia, presenti in ciascuna regione.

 

The mapping of Italy

The Italian Film Commissions Association (IFC) is made up of 19 Film Commissions spread throughout the Italian territory and is the ideal reference for national and international productions, for investors, authors, professional operators and for film and audiovisual institutions.

Led by the current President Cristina Priarone, of the Roma Lazio Film Commission and by the two Vice Presidents Luca Ferrario of the Trentino Film Commission and Paolo Manera of the Torino Piemonte Film Commission, it has always promoted the knowledge of the whole national territory through a series of initiatives and events and a meticulous work of research and archiving.

The goal is to build overall opportunities with a lever function, as a reference point of the film and audiovisual sector in its entirety, both nationally and internationally, for institutions and trade associations. In order to achieve similar results, innovative mappings of locations, both public and private, have been undertaken for some years, which allow professional operators to immediately view all the available Italian places of considerable interest and value, a very suggestive 360° view that is particularly effective for the set design and production choices.

Institutional collaborations have allowed a continuous presence at major international events thanks to the support of ICE and Istituto Luce-Cinecittà, enabling savings in participation costs, promotional effectiveness and a greater range of action for each Film Commission.

The Italy For Movies project is fundamental, through which the IFC Association has actively implemented the collaboration with the Mibact General Directorate for Cinema and with the Istituto Luce-Cinecittà. It is a website and an app that maps public assets and locations of each Italian region linked to cinema and audiovisual as fundamental means of artistic expression, cultural training and social communication, as well as the promotion of Italy’s image also for tourism purposes. Within the site it is also possible, through film posters and titles, to go back to the locations where the filming took place. The technical and organizational management of the project is entrusted to Istituto Luce-Cinecittà in close collaboration with the Italian Film Commissions Association and offers an overview of the many resources and support funds available for thesector. The portal consists of five sections, from the locations catalogue, to the incentive guide, from the mapping of films and audiovisual works on a regional basis to the news section, up to the film commission area.

The IFC Association, in addition to implementing activities aimed precisely at promoting the individual territories and Italy as a whole and its resources, aims to propose new development paths for the sector such as, for example, environmental sustainability. Through research and experimentation of the various Green Set protocols already active in Europe, the Italian Film Commissions as well are working to reduce the environmental impact of films, urging the networking of good practices that activate a dynamic and efficient Italian green cluster, populariser of a conscious use of energies (including renewable energies) and capable of involving audiovisual companies together with the ICT and design enterprises, the energy sector and the manufacturing, tourism, and food and wine industries, present in each region.